Oris

Aziende Redazione

Dove la tradizione orologiaia incontra l’eccellenza meccanica

a cura di Michele Gazo, giornalista

Ulrich Herzog, CEO di Oris
 Fondata nel 1904 dagli orologiai Paul Cattin e Georges Christian nel caratteristico villaggio di Hölstein, nel Baselbiet, la Oris SA è da sempre sinonimo d’eccellenza nel campo dell’arte dell’orologeria meccanica.

Per comprenderne la ragione basta ripercorrere la sua storia, costellata di brevetti di successo, come il primo calendario a lancetta, del 1938, o la famosa sveglia “8 giorni”, creata nel 1941, che prendeva il nome dalla straordinaria durata della sua carica, oppure ancora come il primo esemplare automatico con indicatore della riserva di carica, lanciato nel 1952.

È però a partire dagli anni Ottanta, quando viene acquisita da Rolf Portmann e Ulrich Herzog, che Oris si è dedicata totalmente all’orologeria meccanica, puntando esclusivamente sulla lavorazione a mano e sulla collaborazione con fornitori d’alto livello. Il celebre rotore rosso, ingranaggio chiave e motore pulsante di ogni modello Oris, è diventato così il marchio di fabbrica di tutti gli esemplari prodotti dall’azienda, nonché elemento distintivo di suprema qualità artigianale.
Oggi Oris è leader affermato a livello mondiale nel settore degli orologi meccanici, con filiali commerciali aperte in ben 45 Paesi. I suoi modelli, che comprendono esemplari anche del valore di 4000 franchi svizzeri, sono universalmente riconosciuti come esempio di qualità e di precisione funzionale.
Non è dunque un caso che il mondo culturale, quello sportivo e quello dello spettacolo siano divenuti negli anni il palcoscenico ideale per questi orologi, che vengono apprezzati e scelti da atleti, aviatori, musicisti e attori di Hollywood. Il legame di Oris con la musica, in particolare, ha spinto l’azienda a sponsorizzare, dal 1996, il London Jazz Festival e a dedicare un’intera linea di orologi a famosi musicisti jazz, iniziativa premiata da un notevole riscontro da parte degli appassionati del genere. L’anima di Oris è però soprattutto sportiva, come ben sanno i professionisti del diving, che scelgono la precisione e l’affidabilità strumentale dei suoi orologi subacquei per le loro immersioni. Un sodalizio, quello con lo sport, che dal 2003 ha reso l’azienda anche partner esclusivo della scuderia Williams di Formula 1.

Il nome “Oris”, di origine celtica, significa “fiume che scorre”. In esso sta tutto il senso della sua filosofia, sintesi tra il fluire del tempo e il costante perfezionamento tecnico della sua misurazione. E ancora oggi la tradizione meccanica di Oris, esempio nel mondo dell’eccellenza orologiaia svizzera, continua attraverso le mode, gli stili e le innovazioni il suo prestigioso e ininterrotto viaggio nel tempo.

Schermata 2015-01-28 alle 16.33.13

L’Aquis Depth Gauge di Oris è il primo orologio subacqueo in grado di indicare l’esatta profondità grazie a un dispositivo integrato nel cristallo. Il funzionamento del suo sistema, semplice e infallibile, si basa sulla legge fisica di Boyle-Mariotte, che regola i rapporti tra pressione e volume dell’aria: nel cristallo zaffiro dell’orologio (più spesso del 50% rispetto a un normale cristallo) è presente un piccolo foro in corrispondenza delle ore 12. Da questo foro si diparte un sottile canale circolare che corre attorno al quadrante. Durante la discesa subacquea, la pressione circostante comprime l’aria all’interno del piccolo canale, consentendo all’acqua di entrarvi e di indicare sulla scala incisa sul rehaut la profondità raggiunta. Si tratta di un sistema automatico, che non risente di alcuna inerzia e che misura i dati in tempo reale, pregio particolarmente utile nelle pause di decompressione in risalita. La cassa in acciaio dell’orologio, resistente all’acqua fino a 500 metri di profondità, è munita di anello girevole unidirezionale con inserti in ceramica nera. Il suo cristallo ha una lavorazione antiriflesso e le lancette luminescenti risultano a lettura immediata anche sott’acqua. L’Aquis Depth Gauge si rivela quindi un perfetto connubio di meccanica e bellezza, oltre che uno strumento tecnico e sportivo rivoluzionario, in grado di vincere in sicurezza tutte le sfide del diving.

© Riproduzione riservata

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien